Lacinato Kale Crostini

Cavolo Nero or Lacinato Kale … what a strange vegetable!!!

I discovered this crunchy and tasty vegetables ten years ago when I moved to Tuscany. The first time I saw it I was a little bit disappointed about touching the dark green, curly and rugose leaves. They seemed to be an “alien” veggie … a mix between organic staff and hard gum !!!!!!!!!!

Lacinato Kale  Lacinato Kale Crostini

But when finally I tried them, my idea had to change and I felt in love !!! Now i use a lot the lacinato kale to prepare soups, a nice risotto and some tasty crostini!

Every time I have a dinner with friends or a simple quick lunch with family, I prepare these crostini … sometimes i top them with different ingredients as spicy olive oil, fried bacon or flakes of Pecorino cheese, but always using the basic original recipe !

Thank to Marissa I have learned something new: I was thinking this kind of cabbage was typically from Tuscany and almost unknown in the rest of the world. When she proposed a “lacinato kale post” I had to look in a vocabulary to understand this strange word and, with joy, I’ve discovered it was my adorable “cavolo nero” and it was possible to use it in lots of different recipes as the delicious salad Marissa has prepared for her post!

Thanks to Marissa i’ll try a new delicious salad but also a “new version” of my lacinato kale crostini … with almond and garlic raisin on top!!! An incredible mix of the 2 recipe !!!

Lacinato Kale Crostini

A bunch of Lacinato Kale
2 Cloves Garlic
Extravergine olive oil
Slices of bread ( Tuscan bread if possible!!!)
Rocky salt
Water

Chop the lacinato kale in big pieces. In a pan sauté the garlic in extra verging olive oil until you can smell the garlic ( make attention not to burn it ). Add the lacinato kale, stir and make it fry a little bit. Add water and a pinch of rocky, stir and cover. Let it cook until it became tender, add water if necessary. Drizzle some extravergine olive oil on slices of bread and bake them in the oven for 10 minutes. Top them with cooked lacinato kale. If there is some water left in the pan  put some on the slices of bread before the lacinato kale …  it gives a very good taste!!!

Buon Appetito!

Advertisements

Tina&Herman

I like so much my cooking classes!!! It’s always a beatiful occasion to meet special persons.

Last Wednesday i organized a cooking lesson for Tina and Herman, a lovely couple that live in Singapore. They were travelling around Italy and they spent a week at Casina di Rosa in Civitella Marittima (Gr) where they knew about my “classes” .

I had a wonderful afternoon with them full of recipes, italian kitchen and a lot of talking about everything. And they payed me a lovely and sweet compliment: ” Giovanna, you make every recipes so easy to prepare!” This is exactly what i want from my lessons, i do not know if i’m a good teacher but i put all my passion in them!!!

Thank you Tina and Herman, i hope to see you soon!

Autumn in Tuscany and Castagnaccio Recipe

The Fall Season is the subject of our second “America-Italy” Post. Marissa and I both love autumn, and our idea is to describe all the feelings that this season brings to us. One of my dreams is spending an entire autumn travelling around USA, watching the nature changing colors, living all the traditions, first of all Halloween and Thanksgiving, and trying all the delicious fall recipes. One day I’ll do for sure, for now i love reading Marissa’s post and try her tasty recipe, and I enjoy the Italian autumn!

I like all the seasons but autumn has a special appeal to me! Autumn carries something new everyday: the change of the landscape colors, the sky shades, the scents of the air, with the fall season, markets show new fruits and vegetables on stall and new flowers in vases.

In Autumn there are no important holidays or celebrations in Italy. But there is something special in the Tuscan Autumn, a particular atmosphere , a “back to the country life” atmosphere . Most the activities of this season involve products of the land and what they are transformed in. All the activities offer the possibility to go back to what it’s simple and enjoy “country life”. This is the time for walking in woods looking for mushrooms or chestnuts, spending days outside picking up olives, collecting firewood in the forest and for kids running around collecting dry leaves and pinecones. In tuscany and all Italy Fall season means also hunting season, i do not like it but it’s another part of our country life. All these activities remember to us the significance of the farmland in our life, remind us that the countryside is part of us. My last consideration: the autumn remind us also how warmful and joyful is spending time together doing all these activities.

Here some autumn activities in Tuscany:
One of the most important activity in Tuscany it’s the olive picking and the production of Extravergine Olive Oil. At the end of October the picking starts. It can be done by hand or using tractors with an compressed air machine and some mechanic rakes. Everyday, at the end of the day, all the picked olives have to be taken to the olive press. The day after you’ll have your new extravergine olive oil. Some farms, like Podere Vignali, organize olive picking days open to guests…It is a nice experience to try!!!

In autumn a lot of people loves searching for mushrooms,

and chestnuts

Chestnuts are delicious, we eat them in a lot of way: roasted, dry and boiled in milk. It is possible to produce flour from chestnuts, it is used principally to prepare pasta (principally tagliatelle), cakes ( see my recipe!!!) and biscuits. We have chestnut recipes for risotto or soups. Also it’s possible to prepare chestnut jam, sweets (my favorite is Marron Glacè … see the photo above) and taste chestnut biere.
In Tuscany there are a lot of areas with woods of chestnut tree but 5 places are very famous for the quality of these fruits, where it’s possible to find the DOP and IGP chestnut and its products. These 5 places are: Garfagnana (Lucca) known for a special chestnut flour “la Farina di Neccio”, Lunigiana (Massa Carrara) for the chestnut and the chestnut flour, Mugello (Firenze), Amiata(Grosseto) and Caprese Michelangelo (Arezzo) known for their special chestnuts.

Another autumn activity is collecting and setting all the firewood, ready for the cold season. I love to lay in front of a fireplace, with friends and family, talking and drinking wine … W Autumn!!!

My favorite activity is dedicated to the autumn fruits (and most of the time prepare jams) and vegetables. In a market it’s normal to find apples, pears, kaki, grapes, escarole, cauliflowers and broccoli in autumn, but, in Tuscany, in this season there are some other particular fruits as queens, loquat, “corbezzoli”, pomegranate

and vegetables as cavolo nero, variety of cabbage and chard, perfect ingredients for delicious soups

for example Ribollita !

As i wrote above i love autumn. For me the autumn means all these activities and more. I love all the situations that fall season inspire me … like the pleasure to walk with the cool breeze on face, to admir the morning mist rise and dissapear with the sun and when it’s too cold to stay at home with family and friends … and to cook seasonal recipe for all !!!

Here a autumn tuscan recipe, Il castagnaccio , the chestnut flour cake, easy and delicious !!!

Castagnaccio

350ml water
250gr chestnut flour
100gr raisins
60gr pinenuts
60gr walnut (coarsely groud)
3 tbs of olive oil
2 pinches of salt
some rosemary needles

Pass the flour throught a sieve and put it on a bowl. Mix the water and the olive oil and add a pinch of salt. Add the water and olive oil mix to the flour slowly, while mixing. The batter has to be soft , not too liquid. Add pinenuts, walnuts and raisins and mix well. Oil a pan large enough so the castagnaccio will be 1cm thick. Pour the batter. Put the rosemary needles on the batter ( i have not done it because i do not like it !). Bake it at 200°C (400 Fahrenheit) for 40 minutes.
Buon Appetito!!!

PISA: Agricoltura e Allevamenti – San Rossore

PISA: Agricoltura e Allevamenti – San Rossore

Sunday we went to San Rossore, a big regional park outside Pisa. There was a big exhibition based upon Farming: farming of animals, farming of land, dairy farming and farmer’s activities. Farming is one of the principal economical activities in … Continue reading

Volterra AD 1398 – Arms and Life in a Medieval Volterra (2part)

After the battle, we wanted to see how a normal medieval day could be and also we were really hungry. So we reached Piazza San Giovanni, the square of the beautiful cathedral of Volterra, where they recreated a big medieval market

with its activities …

potter, baker, carpenter, and more …

   

   

We found also a lot of “appealing” medieval food stalls, where we tried delicious soups, tasty cold cuts, savoury cheese and fresh fruits

   

   

here my medieval sandwich with a big slice of melted pecorino cheese incredibly delicious !!!

Satisfied our appetite, we moved to Piazza dei Priori that became the perfect place for “our fearless knights” ( Marco and his friend Michele) and their fights with their new wooden swords

 

 

Here my brave little knight !!!

 

Bellissima giornata !!!  I suggest everybody to have an experience like this !!!

For more info visit the website Volterra AD 1398

Volterra AD 1398 – Arms and Life in a Medieval Volterra (1part)

Back to the Past !!! Yesterday we had a “dive” in the medieval world.

Every year, the 3rd and the 4th sunday of August Volterra organizes Volterra A.D. 1398, a medieval pageantry:
“The city will be animated by fiery warhorses, fearless knights, noblemen, ladies, artisans and merchants, common people and peasants, flagwavers and crossbowmen, musicians and jesters …. if by magic they will bring back the mysterious and magic Middle Ages to Volterra” as it is written in the website

It has been a wonderful experience for all of us, but above all for the kids!

At the beginning we went to the Parco di Castello where we saw a flagwaver’s parade, very evocative.

 

 

The big meadow close to the castle was set up as a real medieval camp with tents and everything could be placed in medieval campsite

   

there were knights with their armours, archers, crossbowmen and falconers with their hawks … and a poet, that looked like Dante, to delight all of them.

 

 

During this event the only currency circulating was the  Grosso Volterrano.  There were exchange stalls everywhere where it was possible to convert Euros in Grosso Volterrano ( and back at the end of the day with all the excess coins)

In the afternoon all was set for a battle … and my son was going crazy!
Knights got ready … and nurses too

   

   

The battle finally started, the fight was to conquer the blockhouse on the top of the hill.

 

… now see you in the Medieval Life …. (2part)

ABC – Un’Estate per Piccoli Visitatori tra Pisa e Livorno

I want to try the “emotion” to write a post in italian, my own language. And here it is:

ABC – Un’Estate per Piccoli Visitatori tra Pisa e Livorno

Grazie a  Gloria, sono venuta a conoscenza di questo divertente contest organizzato da Silvia di Trippando, L’ABC dei viaggi. L’idea mi è subito piaciuta ed eccomi qui a pensare alle attività per bimbi in versione A come Acquario, B come bicicletta e via dicendo. Per chi ha bimbi, l’estate è un periodo particolare: bello perchè hai da organizzare mille attività per fare in modo che a tuo figlio (o figli) non venga il muschio davanti a TV o videogiochi, stressante perchè l’organizzatissima quotidiana routine del periodo scolastico è ora un vago ricordo. Con questo post ho voluto “abbecedare” tutte le attività che ho scovato in giro per le province di Pisa e Livorno, e qualche raid fuori, per far divertire e interessare mio figlio.

A come Acquario di Livorno, è un piccolo acquario con varie vasche per lo più con pesci  provenienti dal mediterraneo, l’intento è proprio quello di far conoscere la fauna ittica dei nostri mari. Niente in confronto a Genova, ma sempre molto interessante come anche le attività ludiche organizzate all’interno dell’acquario. Mio figlio ha passato un paio di ore divertenti !!!

B come Bicicletta, uno dei posti preferiti da mio figlio  per andare in bicicletta è a Pisa alle Piagge. Una lunga strada che costeggia l’Arno, con pista ciclabile, percorso vita, l’ottimo  bar Lilly e un parco giochi. Sto passando lì qualche pomeriggio e Marco si diverte sempre molto, ora alcuni attrezzi del percorso vita sono diventati castelli, navi spaziali e tanto altro … beata fantasia!!! Non voglio dimenticare B come Botero, quest’estate l’artista colombiano e la città di Pietrasanta (Lu) hanno organizzato una mostra per le vie del centro storico. E con la mostra hanno organizzato anche laboratori didattici per bambini, una fantastica idea per avvicinare i bimbi all’arte divertendosi. Giovedì ci saremo anche noi !!!

C come Certosa di Calci dove si trova il Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa. L’attuale amore di mio figlio sono i dinosauri …e la lava. Libri su libri e continue domande, così abbiamo organizzato un pomeriggio al Museo di Storia Naturale.  Per Marco è stato molto interessante percorrere (e ripercorrere un sacco di volte!!!)  in lungo e in largo le stanze con gli scheletri di dinosauri e le ricostruzioni dei loro habitat preistorici e poi le grandi sala dedicate agli animali (impagliati!!!) e per finire gli scheletri di balene … ora sa dov’era finito Pinocchio !!! Anche la Certosa è un suggestivo luogo da visitare ma sfortunatamente quel giorno (lunedì!) era chiusa alle visite, così abbiamo potuto ammirarla solo dall’esterno!!!

D come Denti, niente visite o attività, la D è dedicata al nuovo spazzolino da denti elettrico di Marco con i personaggi Disney. Lo desiderava da tanto tempo e finalmente, quest’estate, è arrivato. Gioia e giubilo !!! Gioia di Marco per lo spazzolino “da grandi” e giubilo di mamma perchè ora, senza costrizioni o minacce di carie apocalittiche, adora lavarsi i denti da solo !!! Questo per me valeva da solo tutta la lettera D.

E come Effetto Venezia. A Livorno c’è un quartiere chiamato Venezia e il nome è dovuto ai canali che lo percorrono e che lo rendono simile ad una piccola Venezia. Ogni estate per  le strade del quartiere viene organizzata  “Effetto Venezia” una manifestazione fatta di piatti tipici a base di pesce (ottimo il caciucco e le cozze ripiene) , bancarelle, spettacoli e artisti di strada. Per una settimana, e consiglio di andarci soprattutto la sera, le strade del quartiere si animano di vita propria creando una atmosfera speciali. Gli spettacoli preferiti di Marco sono stati quello delle bolle di sapone giganti che volavano sopra a tutto e tutti e il cantastorie sul barcone tra suoni e tamburi.

F come Fauglia e Feste Paesane. Fauglia è il paese dove abitiamo, e dove ogni estate organizzano la Festa Paesana. Quest’anno è stata il 7 agosto e come ogni anno vengono organizzate grandi tavolate in piazza per gustare buoni cibi toscani (adoro le zuppe toscane !!!) e musica. L’estate toscana è ricca di sagre e feste paesane, ogni paese organizza la sua, ognuna con la sua particolarità ma sono sempre un’allegra occasione dove i bimbi possono correre, divertirsi e ballare in piazza fino a sfinirsi.

G come Gallorose. Un pomeriggio estivo per bambini è al Gallorose, parco faunistico vicino a Cecina. L’idea del parco è nata per “far conoscere ai giovani l’affascinante mondo degli animali”. Al parco gli animali vivono in gabbie ma anche in grandi recinti e per i bimbi è una bella esperienza poterli ammirare molto da vicino. Non amo molto gli zoo ma la particolarità di questo parco faunistico sta tutta nella varietà di animali : non i “soliti da zoo” … è da vedere!!!

H come Heroes. La seconda passione di mio figlio, dopo i dinosauri, sono i supereroi. Ogni piazza, muretto, parco, divano o tavolo crea l’occasione buona per lanciarsi in voli “da fumetto” … uniamo questo “fanta gioco” (il lancio dal muretto) alle tante sagre paesane (vedere lettera F e tutti i muretti paesani) e il passatempo divertente è assicurato !!!

I come Isole. Le bellissime isole dell’arcipelago toscano. Ogni settimana partono traghetti e navi da Livorno o Piombino per escursioni giornaliere: ottime occasioni per visitare queste suggestive isole. Stupende spiagge e azzurrissimi mari. Gorgona, Capraia, Elba, Pianosa, Giglio, Montecristo e Giannutri …. delle vere meraviglie unite all’esperienza della navigazione: entusiasmente per i piccoli navigatori del futuro!!!

L come Libri. L’estate può essere il momento giusto per appassionare i bambini alla lettura, grazie anche a questi laboratori: per tutti i mercoledì e giovedì presso la biblioteca di Villa Fabricotti a Livorno sono stati organizzati una serie di incontri sotto il divertente nome di “A che libro giochiamo?” … un posto molto carino con attività divertenti e piene di idee e poi una scappata al museo Fattori male non fa, neanche ai piccoli !!! Con o senza laboratori, leggere un libro con Marco è sempre divertente!!!

M come Monti Pisani e Monte Serra.  Io ho sempre adorato ( e preferito alla vita da spiaggia!!!) l’aria fesca e le passeggiate in montagna. Con mia somma gioia ho scoperto il Monte Pisano ( questo sarebbe il nome corretto!) . Solo 917mt sul livello del mare la sua cima più alta: il Monte Serra, ma sembra di essere in un altro mondo!!! Un piccolo paradiso per i bimbi dove possono correre liberamente, fare passeggiate, e per i più grandi anche trekking  ed escursioni in mountain bike … ma soprattutto si possono fare picnic, la passione di mio figlio. C’è una bella tenuta, la Tenuta di Santallago, con un immenso prato con tavoli e griglie a disposizione dove organizzare picnic ogni volta che si desidera!!! Dimenticavo: dalla cima del Monte Serra si può ammirare un vista stupenda su Pisa e Lucca, e se la giornata è tersa fino alla Corsica e l’arcipelago Toscano. Incantevole!

N come Natura e Oasi Naturali. Parlando ancora di natura, e adoro il connubio bimbi e natura, a Pisa c’è il Parco Naturale di Migliarino San Rossore dove organizzano tante escursioni per scolaresche e bimbi. L’estate non è il periodo migliore ma da Settembre riprendono le visite e sto già meditando di portare Marco all’escursione alla Tenuta di Tombolo, al sentiero dei Tre Pini … non so come sarà ma sembra molto divertente! Nel parco c’è il Bosco della Cornacchiaia, molte mamme mi hanno parlato molto bene di escursioni in questo bosco e lungo il litorale di Tirrenia … anche questo da provare !!!

O come Orto e anche Botanico. Ma che divertimento vedere crescere le piantine dell’orto, piantarle, innaffiarle e concimarle (un bel divertimento per lui un pò meno per me e papà ) e raccogliere le verdure!!! Per papà fare l’orto con l’aiuto di Marco è stata una buona idea estiva!!! Ma oltre all’orto di casa, a Pisa c’è l’Orto Botanico, per ampliare le mie e le sue conoscenze in fatto di piante e fiori … non proprio per bimbi ma a mio figlio è piaciuto ( per un’oretta !!!) e ha prodotto tante domande !!!

P come Parchi di divertimento. Tra Pisa e Livorno sono riuscita a contare 7  parchi di divertimento grandi e piccoli :  quelli acquatici come l’AcquaVillage di Cecina e quello di Follonica, il SunLightPark a Tirrenia,  poi c’è il classico parco il Cavallino Matto  a Donoratico (piccolo consiglio, già che ci siete  visitate Bolgheri), il Parco Preistorico a Peccioli ( carino per un giro un pò particolare: tra i grandi dinosauri) , c’è anche il Piccolo Mondo a Pisa però a mio figlio non è piaciuto per niente!!! Dimenticavo per i più piccini a Tirrenia c’è un altrettanto piccolo parco giochi … ma proprio piccolo !!! Io non li amo particolarmente ma ho dovuto fare i conti con mio figlio che adora essere sballottato, capovolto, rigirato, tuffato in un mare di giochi!!!

Q come Quattro di Agosto. Buon Compleanno mio piccolo Marco!!! Una festicciola con gli amici e tanti regali … possiamo considerarlo uno degli eventi clou della nostra estate!!!

R come Ricette. Tra le ricette tipiche pisane e livornesi ce ne sono alcune che mio figlio adora. Una di queste è la cecina, tipica livornese, preparata con la farina di ceci e spesso servita come imbottitura della “schiaccia”: ogni occasione è buona per andare a mangiarla! E sembrerà strano ma a lui piacciono anche le acciughe ripiene e fritte ( sempre livornesi) … sono buonissime e possono sembrare una strana versione dei bastoncini di pesce … ma molto meglio !!! Tra le ricette tipiche pisane lui adora la Torta co’ i Bischeri : c’è tanta cioccolata ed è veramente buonissima!!!!

S come Spiaggia. Non c’è niente da dire: in spiaggia i bimbi si divertono ( almeno i più !!!) anche con poco.  Quindi non poteva mancare in questo abc per i bimbi la spiaggia e i suoi classici divertimenti. Ora poi i bagni sono organizzatissimi con giochi e attività, di giorno e di sera, l’unico neo è che io torno a casa sempre distrutta, ma almeno lui si diverte. Inoltre d’estate sul litorale pisano, più precisamente a Tirrenia, Marina di Pisa e Calambrone, organizzano tante iniziative, spettacoli, teatri, concerti, mercatini, aperitivi, libri e tanto altro anche per bimbi, l’iniziativa si chiama Marenia … molto carina!!! E poi il 7-8 settembre organizzano anche la Festa del Cioccolato a Tirrenia … da assaggiare !!!

T come Terrazza Mascagni a Livorno.  Affacciata sul mare, questa suggestiva terrazza è un luogo perfetto per i bimbi: molto ampio, panchine per le mamme, bar e, ogni tanto, spettacoli per i piccoli. Marco si diverte a correre e ad andare in bicicletta, io a bermi il mio amato cappuccino in uno dei chioschi  … e poi volendo lì vicino c’è anche l’Acquario (vedi lettera A).

U come Università di Pisa. Ho portato mio figlio in giro per la città di Pisa, facendogli vedere  soprattutto le sedi dell’università pisana e della Normale … lui si è divertito camminando io spero di aver gettato un piccolo seme che crescerà in futuro … e almeno per adesso niente rigetto per la cultura !!!

V come Volterra AD 1389. Volterra organizza ogni fine agosto una bellissima rievocazione medievale di tornei e duelli, tra dame e cavalieri che solletica la fantasia dei bimbi. Sembra proprio di fare un salto nel tempo, con botteghe e mestieri delle armi, usi e costumi, musici e giullarate e persino una propria moneta: il grosso volterrano! E spero quest’anno di trovare la spada da cavaliere in legno che Marco desiderava tanto !!!

Z come Zonno. “Z ho tanto Zonno e a dormire me ne andrò”: suona così la filastrocca-alfabeto che canto sempre a Marco. Sonno: quello di cui ho bisogno per le attività fatte e ancora da fare !!!
Buon divertimento e Buona Estate !!!